Agriturismo nel Lazio |Confine Toscana

Viterbese | Alta Tuscia | Acquapendente

Necropoli etrusche da visitare

Facendo base nel nostro agriturismo

Soggiornare nel nostro agriturismo, tra natura, storia e cultura

Tra i motivi d’interesse che senza dubbio attirano il turista nella Provincia di Viterbo, e più in generale in quelle aree della Toscana e dell’Umbria che confinano con l’Alto Lazio, ci sono ovviamente le necropoli etrusche. A poca distanza dal nostro agriturismo ce ne sono tre.

Necropoli etrusche nell'Alto Lazio

Necropoli etrusca di Pianezze

Nella Provincia di Viterbo

Nelle immediate vicinanze di Grotte di Castro

A 24 km da noi | 30 minuti da noi

A pochissima distanza dall’odierna Grotte di Castro, vicino al Lago di Bolsena, c’è un’altura tufacea sulla quale gli Etruschi edificarono uno dei maggiori insediamenti presenti in quest’area. Si trattava del centro abitato denominato Civita, intorno al quale si estendeva un complesso sistema di necropoli, databili tra la prima metà del VII ed il III secolo a.C. I resti di questo sistema cimiteriale, che comprendeva migliaia di tombe ipogee di varie dimensioni e tipologia, oggi sono individuabili nelle località di Vigna la Piazza, Le Sane, Torano, Vallemuglie, Campolungo, Maccarino, Centocamere, Caviciana, Cepposecco, Pianezze, Montearso e Pian dell’Aia. Le tombe meglio conservate e più complesse dal punto di vista architettonico si trovano però nella necropoli di Pianezze, a ridosso del Sentiero dei Briganti, dove è stato istituito un parco archeologico attrezzato.

Necropoli etrusca di Castro

Nella Provincia di Viterbo

Nelle immediate vicinanze di Ischia di Castro

A 43,5 km da noi | 50 minuti

Ischia di Castro è situata nella parte settentrionale della provincia di Viterbo, nell’area detta pre-maremma laziale, e il suo territorio confina a nord direttamente con la Toscana. Nei pressi di questo comune sono presenti cinque siti archeologici relativi a quattro necropoli preistoriche e una del periodo etrusco, la necropoli di Castro. Quest’ultima è famosa per la “Tomba della Biga di Castro”, nella quale fu rivenuta, nel 1967, una spettacolare biga, accanto alla quale c’erano anche gli scheletri di due cavalli che un tempo l’avevano trainata, uno dei quali ancora con il morso tra i denti.

Necropoli etrusche entrando nella Provincia di Terni

Necropoli etrusca di Caldane

In direzione di Castel Viscardo, prima di raggiungere il paese

A 29 km da noi | 35 minuti

Nel territorio del Comune di Castel Viscardo, in località Caldane, si può visitare una necropoli etrusca inserita in un contesto boschivo di grande fascino, dominato da castagni e querce. La necropoli in sè potrebbe non risultare particolarmente interessante, visto che comprende in tutto una quarantina di tombe a camera unica, di piccole dimensione, precedute da un brevissimo corridoio d’accesso, ma il contesto ambientale nel quale è inserita è veramente suggestivo, soprattutto se attraversato in autunno e in primavera, e per farlo sarà sufficiente percorrere un sentiero sostanzialmente agevole, delimitato da una staccionata. La visita a questa necropoli sarà sicuramente piacevole soprattutto se inserita all’interno di una giornata dedicata alla visita del borgo medioevale di Castel Viscardo.

Altri luoghi da visitare, avendo come base il nostro agriturismo 

Parchi e Riserve Naturali

Borghi e cittadine

Vedi anche

Intero elenco dei luoghi da visitare

Agriturismo gli Alberelli: dove siamo

Agriturismo nel Viterbese, nell’Alto Lazio, al confine con Toscana e Umbria. In località Trevinano, frazione di Acquapendente, nell’Alta Tuscia.